sabato 2 febbraio 2013

La Comunità di Sant’Egidio esprime preoccupazione per la vita di Carl Henry Blue. Invitiamo tutti a mantenere viva l'attenzione sulla grave situazione di quest'uomo condannato a morte

 
Da queste pagine abbiamo inviato molti appelli alle autorità competenti del Texas per la salvezza del nostro amico di penna Carl Henry Blue.

Interrompiamo per qualche giorno l'invio diretto delle nostre petizioni nell'attesa di conoscere quale sia la forma migliore per esprimere la nostra richiesta di salvezza.

Restiamo pronti per intervenire nel modo più efficace.
 



          Carl Henry Blue (TexasUSA) - 48 anni

Condannato a morte

Esecuzione fissata il 21 febbraio 2013

La storia

Carl ha ricevuto la sentenza capitale nel 1995 per aver provocato la morte di una donna cui era legato, Carmen Richard Sanders. Al momento del delitto l’uomo si trovava sotto l’effetto di alcool e stupefacenti ed ha sempre sostenuto che l’omicidio fosse avvenuto in maniera del tutto accidentale e senza alcuna premeditazione. Il suo processo è stato fortemente viziato dall’intervento di uno psicologo, chiamato a testimoniare dallo stato del Texas,  il quale affermò, tra l’altro,  che l’etnia afroamericana  dell’imputato dovesse essere un fattore da considerare, giacché indicava una “propensione alla violenza”. Nel 2001 la condanna venne ridotta ad ergastolo, ma venne impugnata da un giudice e la pena di morte fu per lui ristabilita. A Carl è stato inoltre riconosciuto un lieve ritardo mentale, comunque decisivo affinché la condanna capitale sia da ritenere incostituzionale. Carl in questi anni è divenuto un’altra persona: si è fatto una famiglia, è diventato padre, ha dimostrato di essersi perfettamente riabilitato. La sua esecuzione è stata tuttavia tragicamente fissata il 21 febbraio 2013.
 
La Comunità di Sant’Egidio accoglie e presenta su queste pagine le richieste di aiuto che le sono state rivolte da detenuti nel braccio della morte, loro familiari, amici, corrispondenti e organizzazioni per il rispetto dei diritti umani.


 
 


 
 
 
 
          
 
 
 
 
 
 

 

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Nessun uomo può togliere la vita ad un altro uomo!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono graditi. La redazione si riserva di moderare i commenti che non contribuiscono alla rispettosa discussione dei temi trattati